Settimana del salterio

domenica
14 Agosto, 2022

SECONDA SETTIMANA

MERCOLEDÌ DELLA SECONDA SETTIMANA

Lodi mattutine

O Dio, vieni a salvarmi. Gloria al Padre. Come era

nel principio. Alleluia.

Questa introduzione si omette quando si comincia l’Ufficio con l’Invitatorio.

Inno rispondente all’Ufficio.

1 ant.

Santa è la tua via:

chi è grande come te, Signore?

Nel Tempo di Pasqua

Ti videro le acque, o Dio:

nel mare hai guidato il tuo popolo, alleluia.

Salmo 76   Dio rinnova i prodigi del suo amore

Siamo tribolati da ogni parte, ma non schiacciati: colui che ha risuscitato Gesù risusciterà anche noi (cfr. 2 Cor 4, 8. 14).

La mia voce sale a Dio e grido aiuto; *

la mia voce sale a Dio, finché mi ascolti.

Nel giorno dell’angoscia io cerco il Signore,

tutta la notte la mia mano è tesa

e non si stanca; *

io rifiuto ogni conforto.

Mi ricordo di Dio e gemo, *

medito e viene meno il mio spirito.

Tu trattieni dal sonno i miei occhi, *

sono turbato e senza parole.

Ripenso ai giorni passati, *

ricordo gli anni lontani.

Un canto nella notte mi ritorna nel cuore: *

rifletto e il mio spirito si va interrogando.

Forse Dio ci respingerà per sempre, *

non sarà più benevolo con noi?

È forse cessato per sempre il suo amore, *

è finita la sua promessa per sempre?

Può Dio aver dimenticato la misericordia, *

aver chiuso nell’ira il suo cuore?

E ho detto: “Questo è il mio tormento: *

è mutata la destra dell’Altissimo”.

Ricordo le gesta del Signore, *

ricordo le tue meraviglie di un tempo.

Mi vado ripetendo le tue opere, *

considero tutte le tue gesta.

O Dio, santa è la tua via; *

quale dio è grande come il nostro Dio?

Tu sei il Dio che opera meraviglie, *

manifesti la tua forza fra le genti.

È il tuo braccio che ha salvato il tuo popolo, *

i figli di Giacobbe e di Giuseppe.

Ti videro le acque, Dio,

ti videro e ne furono sconvolte; *

sussultarono anche gli abissi.

Le nubi rovesciarono acqua,

scoppiò il tuono nel cielo; *

le tue saette guizzarono.

Il fragore dei tuoi tuoni nel turbine,

i tuoi fulmini rischiararono il mondo, *

la terra tremò e fu scossa.

Sul mare passava la tua via,

i tuoi sentieri sulle grandi acque *

e le tue orme rimasero invisibili.

Guidasti come gregge il tuo popolo *

per mano di Mosè e di Aronne.

1 ant.

Santa è la tua via:

chi è grande come te, Signore?

Nel Tempo di Pasqua

Ti videro le acque, o Dio:

nel mare hai guidato il tuo popolo, alleluia.

2 ant.

Il mio cuore esulta nel Signore:

è lui che umilia e innalza.

Nel Tempo di Pasqua

Il Signore fa morire e fa vivere, alleluia.

Cantico        1 Sam 2, 110

La gioia e la speranza degli umili è in Dio

“Ha rovesciato i potenti dai troni, ha innalzato gli umili; ha ricolmato di beni gli affamati” (Lc 1, 5253).

Il mio cuore esulta nel Signore, *

la mia fronte s’innalza, grazie al mio Dio.

Si apre la mia bocca contro i miei nemici, *

perché io godo del beneficio che mi hai concesso.

Non c’è santo come il Signore, *

non c’è rocca come il nostro Dio.

Non moltiplicate i discorsi superbi,

dalla vostra bocca non esca arroganza; *

perché il Signore è il Dio che sa tutto

e le sue opere sono rette.

L’arco dei forti s’è spezzato, *

ma i deboli sono rivestiti di vigore.

I sazi sono andati a giornata per un pane, *

mentre gli affamati han cessato di faticare.

La sterile ha partorito sette volte *

e la ricca di figli è sfiorita.

Il Signore fa morire e fa vivere, *

scendere agli inferi e risalire.

Il Signore rende povero e arricchisce, *

abbassa ed esalta.

Solleva dalla polvere il misero, *

innalza il povero dalle immondizie,

per farli sedere con i capi del popolo, *

e assegnare loro un seggio di gloria.

Perché al Signore appartengono i cardini della terra *

e su di essi fa poggiare il mondo.

Sui passi dei giusti egli veglia,

ma gli empi svaniscono nelle tenebre. *

Certo non prevarrà l’uomo malgrado la sua forza.

Dal Signore saranno abbattuti i suoi avversari! *

L’Altissimo tuonerà dal cielo.

Il Signore giudicherà gli estremi confini della terra;

al suo re darà la forza *

ed eleverà la potenza del suo Messia.

2 ant.

Il mio cuore esulta nel Signore:

è lui che umilia e innalza.

Nel Tempo di Pasqua

Il Signore fa morire e fa vivere, alleluia.

3 ant.

Il Signore regna, esulti la terra.

Nel Tempo di Pasqua

Per questo è sorta la luce,

la gioia per i puri di cuore, alleluia.

Salmo 96    La gloria del Signore nel giudizio

Questo salmo si riferisce alla salvezza e alla fede di tutte le genti in Cristo (sant’Atanasio).

Il Signore regna, esulti la terra, *

 gioiscano le isole tutte.

Nubi e tenebre lo avvolgono, *

giustizia e diritto sono la base del suo trono.

Davanti a lui cammina il fuoco *

e brucia tutt’intorno i suoi nemici.

Le sue folgori rischiarano il mondo: *

vede e sussulta la terra.

I monti fondono come cera davanti al Signore, *

davanti al Signore di tutta la terra.

I cieli annunziano la sua giustizia *

e tutti i popoli contemplano la sua gloria.

Siano confusi tutti gli adoratori di statue

e chi si gloria dei propri idoli. *

Si prostrino a lui tutti gli dèi!

Ascolta Sion e ne gioisce,

esultano le città di Giuda *

per i tuoi giudizi, Signore.

Perché tu sei, Signore, l’Altissimo su tutta la terra, *

tu sei eccelso sopra tutti gli dèi.

Odiate il male, voi che amate il Signore:

lui che custodisce la vita dei suoi fedeli *

li strapperà dalle mani degli empi.

Una luce si è levata per il giusto, *

gioia per i retti di cuore.

Rallegratevi, giusti, nel Signore, *

rendete grazie al suo santo nome.

3 ant.

Il Signore regna, esulti la terra.

Nel Tempo di Pasqua

Per questo è sorta la luce,

la gioia per i puri di cuore, alleluia.

Lettura breve, responsorio, antifona al Benedictus, invocazioni e orazione rispondenti all’Ufficio che si celebra.

Conclusione dell’Ora come nell’Ordinario.

Utilizza questo pulsante per tornare alla pagina precedente