Settimana del salterio

domenica
14 Agosto, 2022

QUARTA SETTIMANA

MERCOLEDÌ DELLA QUARTA SETTIMANA

Vespri

O Dio, vieni a salvarmi. Gloria al Padre.

Come era nel principio. Alleluia.

Inno rispondente all’Ufficio.

1 ant.

Come splende la tua sapienza su di me o Dio!

Nel Tempo di Pasqua

La notte sarà chiara come il giorno, alleluia.

Salmo 138, 112 (I)   Dio vede tutto

Chi mai ha potuto conoscere il pensiero del Signore? O chi mai è stato il suo consigliere? (Rm 11, 34). 

Signore, tu mi scruti e mi conosci, * 

tu sai quando seggo e quando mi alzo.

Penetri da lontano i miei pensieri, * 

mi scruti quando cammino e quando riposo.

Ti sono note tutte le mie vie;  

la mia parola non è ancora sulla lingua * 

e tu, Signore, già la conosci tutta.

Alle spalle e di fronte mi circondi * 

e poni su di me la tua mano.

Stupenda per me la tua saggezza, * 

troppo alta, e io non la comprendo.

Dove andare lontano dal tuo spirito, * 

dove fuggire dalla tua presenza?

Se salgo in cielo, là tu sei, * 

se scendo negli inferi, eccoti.

Se prendo le ali dell’aurora * 

per abitare all’estremità del mare,

anche là mi guida la tua mano * 

e mi afferra la tua destra.

Se dico: “Almeno l’oscurità mi copra * 

e intorno a me sia la notte”;

nemmeno le tenebre per te sono oscure,  

e la notte è chiara come il giorno; * 

per te le tenebre sono come luce.

1 ant.

Come splende la tua sapienza su di me o Dio!

Nel Tempo di Pasqua

La notte sarà chiara come il giorno, alleluia.

2 ant.

Tu mi conosci nell’intimo, Signore,

e dai a ciascuno secondo le sue opere.

Nel Tempo di Pasqua

Conosco il mio gregge, dice il Signore,

e il mio gregge mi conosce, alleluia.

Salmo   138, 1318. 2324 (II)

O Dio, tu mi scruti e mi conosci

Dio non è lontano da ciascuno di noi... in lui infatti viviamo, ci muoviamo ed esistiamo (At 17, 27. 28). 

Sei tu che hai creato le mie viscere * 

e mi hai tessuto nel seno di mia madre.

Ti lodo, perché mi hai fatto come un prodigio;  

sono stupende le tue opere, * 

tu mi conosci fino in fondo.

Non ti erano nascoste le mie ossa  

quando venivo formato nel segreto, * 

intessuto nelle profondità della terra.

Ancora informe mi hanno visto i tuoi occhi * 

tutto era scritto nel tuo libro;

i miei giorni erano fissati, * 

quando ancora non ne esisteva uno.

Quanto profondi per me i tuoi pensieri, * 

quanto grande il loro numero, o Dio!

Se li conto, sono più della sabbia, * 

se li credo finiti, con te sono ancora.

Scrutami, Dio, e conosci il mio cuore, * 

provami e conosci i miei pensieri:

vedi se percorro una via di menzogna * 

e guidami sulla via della vita.

2 ant.

Tu mi conosci nell’intimo, Signore,

e dai a ciascuno secondo le sue opere.

Nel Tempo di Pasqua

Conosco il mio gregge, dice il Signore,

e il mio gregge mi conosce, alleluia.

3 ant.

In Cristo l’universo è creato

e tutto sussiste in lui.

Nel Tempo di Pasqua

La tua maestà è nei cieli,

la terra è piena della tua gloria, alleluia.

Cantico        Cfr. Col 1, 3. 1220

Cristo fu generato prima di ogni creatura, è il primogenito di coloro che risuscitano dai morti

Ringraziamo con gioia Dio, * 

Padre del Signore nostro Gesù Cristo,

perché ci ha messi in grado di partecipare * 

alla sorte dei santi nella luce,

ci ha liberati dal potere delle tenebre, * 

ci ha trasferiti nel regno del suo Figlio diletto,

per opera del quale abbiamo la redenzione, * 

la remissione dei peccati.

Cristo è immagine del Dio invisibile, * 

generato prima di ogni creatura;

è prima di tutte le cose * 

e tutte in lui sussistono.

Tutte le cose sono state create per mezzo di lui * 

e in vista di lui:

quelle nei cieli e quelle sulla terra, * 

quelle visibili e quelle invisibili.

Egli è il capo del corpo, che è la Chiesa; * 

è il principio di tutto,

il primogenito di coloro che risuscitano dai morti, * 

per ottenere il primato su tutte le cose.

Piacque a Dio di far abitare in lui ogni pienezza, * 

per mezzo di lui riconciliare a sé tutte le cose,

rappacificare con il sangue della sua croce * 

gli esseri della terra e quelli del cielo.

3 ant.

In Cristo l’universo è creato

e tutto sussiste in lui.

Nel Tempo di Pasqua

La tua maestà è nei cieli,

la terra è piena della tua gloria, alleluia.

Lettura breve, responsorio, antifona al Magnificat, intercessioni e orazione come nel Proprio del Tempo.

Conclusione dell’Ora come nell’Ordinario.

Utilizza questo pulsante per tornare alla pagina precedente