Settimana del salterio

domenica
14 Agosto, 2022

PRIMA SETTIMANA

MERCOLEDÌ DELLA PRIMA SETTIMANA

Vespri

O Dio, vieni a salvarmi. Gloria al Padre. Come era

nel principio. Alleluia.

Inno rispondente all’Ufficio.

1 ant.

Il Signore è mia luce e mia salvezza,

di chi avrò timore?

Nel Tempo di Pasqua

Dio ha esaltato il suo Cristo,

lo ha fatto capo e Salvatore, alleluia

Salmo 26, 16 (I)   Fiducia in Dio nei pericoli

Ecco la dimora di Dio con gli uomini (Ap 21, 3).

Il Signore è mia luce e mia salvezza, *

di chi avrò timore?

Il Signore è difesa della mia vita, *

di chi avrò terrore?

Quando mi assalgono i malvagi *

per straziarmi la carne,

sono essi, avversari e nemici, *

a inciampare e cadere.

Se contro di me si accampa un esercito, *

il mio cuore non teme;

se contro di me divampa la battaglia, *

anche allora ho fiducia.

Una cosa ho chiesto al Signore, *

questa sola io cerco:

abitare nella casa del Signore *

tutti i giorni della mia vita,

per gustare la dolcezza del Signore *

ed ammirare il suo santuario.

Egli mi offre un luogo di rifugio *

nel giorno della sventura.

Mi nasconde nel segreto della sua dimora, *

mi solleva sulla rupe.

E ora rialzo la testa *

sui nemici che mi circondano;

immolerò nella sua casa sacrifici d’esultanza, *

inni di gioia canterò al Signore.

1 ant.

Il Signore è mia luce e mia salvezza,

di chi avrò timore?

Nel Tempo di Pasqua

Dio ha esaltato il suo Cristo,

lo ha fatto capo e Salvatore, alleluia.

2 ant.

Il tuo volto, Signore, io cerco,

non nascondermi il tuo volto.

Nel Tempo di Pasqua

Vedrò la bontà del Signore

nella terra dei vivi, alleluia.

Salmo 26, 714 (ii)   Preghiera dell’innocente perseguitato

Alcuni si alzarono per testimoniare contro Gesù (Mc 14, 57).

Ascolta, Signore, la mia voce. *

Io grido: abbi pietà di me! Rispondimi.

Di te ha detto il mio cuore: “Cercate il suo volto”; *

il tuo volto, Signore, io cerco.

Non nascondermi il tuo volto, *

non respingere con ira il tuo servo.

Sei tu il mio aiuto, non lasciarmi, *

non abbandonarmi, Dio della mia salvezza.

Mio padre e mia madre mi hanno abbandonato, *

ma il Signore mi ha raccolto.

Mostrami, Signore, la tua via,

guidami sul retto cammino, *

a causa dei miei nemici.

Non espormi alla brama dei miei avversari;

contro di me sono insorti falsi testimoni *

che spirano violenza.

Sono certo di contemplare la bontà del Signore *

nella terra dei viventi.

Spera nel Signore, sii forte, *

si rinfranchi il tuo cuore e spera nel Signore.

2 ant.

Il tuo volto, Signore, io cerco,

non nascondermi il tuo volto.

Nel Tempo di Pasqua

Vedrò la bontà del Signore

nella terra dei vivi, alleluia.

3 ant.

Generato prima di ogni creatura,

Cristo è il re dell’universo.

Nel Tempo di Pasqua

Tutto viene da te, Signore:

in te e per te vive ogni cosa;

a te la gloria nei secoli, alleluia.

Cantico        Cfr. Col 1, 3. 1220

Cristo fu generato prima di ogni creatura, è il primogenito di coloro che risuscitano dai morti

Ringraziamo con gioia Dio, *

Padre del Signore nostro Gesù Cristo,

perché ci ha messi in grado di partecipare *

alla sorte dei santi nella luce,

ci ha liberati dal potere delle tenebre, *

ci ha trasferiti nel regno del suo Figlio diletto,

per opera del quale abbiamo la redenzione, *

la remissione dei peccati.

Cristo è immagine del Dio invisibile, *

generato prima di ogni creatura;

è prima di tutte le cose *

e tutte in lui sussistono.

Tutte le cose sono state create per mezzo di lui *

e in vista di lui:

quelle nei cieli e quelle sulla terra, *

quelle visibili e quelle invisibili.

Egli è il capo del corpo, che è la Chiesa; *

è il principio di tutto,

il primogenito di coloro che risuscitano dai morti, *

per ottenere il primato su tutte le cose.

Piacque a Dio di far abitare in lui ogni pienezza, *

per mezzo di lui riconciliare a sé tutte le cose,

rappacificare con il sangue della sua croce *

gli esseri della terra e quelli del cielo.

3 ant.

Generato prima di ogni creatura,

Cristo è il re dell’universo.

Nel Tempo di Pasqua

Tutto viene da te, Signore:

in te e per te vive ogni cosa;

a te la gloria nei secoli, alleluia.

Lettura breve, responsorio, antifona al Magnificat, intercessioni e orazione rispondenti all’Ufficio che si celebra.

Conclusione dell’Ora come nell’Ordinario.

Utilizza questo pulsante per tornare alla pagina precedente