Settimana del salterio

domenica
14 Agosto, 2022

PRIMA SETTIMANA

MARTEDÌ DELLA PRIMA SETTIMANA

Lodi mattutine

O Dio, vieni a salvarmi. Gloria al Padre. Come era

nel principio. Alleluia.

Questa introduzione si omette quando si comincia l’Ufficio con l’Invitatorio.

Inno rispondente all’Ufficio.

1 ant.

Chi salirà il monte del Signore?

Chi ha mani innocenti e cuore puro.

Nel Tempo di Pasqua

Colui che è disceso tra noi

è asceso al di sopra dei cieli, alleluia.

Quando il seguente salmo è stato detto già all’Invitatorio, in suo luogo si dice il salmo 94 (p. 301).

Salmo 23   Il Signore entra nel suo tempio

Le porte del cielo si sono aperte a Cristo Signore, quando è salito al cielo (sant’Ireneo).

Del Signore è la terra e quanto contiene, *

l’universo e i suoi abitanti.

È lui che l’ha fondata sui mari, *

e sui fiumi l’ha stabilita.

Chi salirà il monte del Signore, *

chi starà nel suo luogo santo?

Chi ha mani innocenti e cuore puro,

chi non pronunzia menzogna, *

chi non giura a danno del suo prossimo.

Egli otterrà benedizione dal Signore, *

giustizia da Dio sua salvezza.

Ecco la generazione che lo cerca, *

che cerca il tuo volto, Dio di Giacobbe.

Sollevate, porte, i vostri frontali,

alzatevi, porte antiche, *

ed entri il re della gloria.

Chi è questo re della gloria?

Il Signore forte e potente, *

il Signore potente in battaglia.

Sollevate, porte, i vostri frontali,

alzatevi, porte antiche, *

ed entri il re della gloria.

Chi è questo re della gloria? *

Il Signore degli eserciti è il re della gloria.

1 ant.

Chi salirà il monte del Signore?

Chi ha mani innocenti e cuore puro.

Nel Tempo di Pasqua

Colui che è disceso tra noi

è asceso al di sopra dei cieli, alleluia.

2 ant.

Benedite il Signore,

camminate nella giustizia davanti a lui.

Nel Tempo di Pasqua

Ora è tempo di festa:

date lode al Signore, alleluia.

Cantico        Tb 13, 210a  

Dio castiga e salva

Sia benedetto Dio, Padre del Signore nostro Gesù Cristo: nella sua grande misericordia egli ci ha rigenerati a una vita nuova (cfr. 1 Pt 1, 3).

Benedetto Dio che vive in eterno; *

il suo regno dura per tutti i secoli;

egli castiga e usa misericordia, *

fa scendere negli abissi della terra,

fa risalire dalla grande Perdizione *

e nulla sfugge alla sua mano.

Lodatelo, figli di Israele, davanti alle genti:

egli vi ha disperso in mezzo ad esse *

per proclamare la sua grandezza.

Esaltatelo davanti ad ogni vivente,

è lui il Signore, il nostro Dio, *

lui il nostro Padre, il Dio per tutti i secoli.

Vi castiga per le vostre ingiustizie, *

ma userà misericordia a tutti voi.

Vi raduna da tutte le genti, *

in mezzo alle quali siete stati dispersi.

Convertitevi a lui con tutto il cuore

e con tutta l’anima, *

per fare la giustizia davanti a lui;

e allora egli si convertirà a voi *

e non vi nasconderà il suo volto.

Ora contemplate ciò che ha operato con voi *

e ringraziatelo con tutta la voce;

benedite il Signore della giustizia *

ed esaltate il re dei secoli.

Io gli do lode nel paese del mio esilio *

e manifesto la sua forza e grandezza

a un popolo di peccatori.

Convertitevi, o peccatori, *

e operate la giustizia davanti a lui;

chi sa che non torni ad amarvi *

e vi usi misericordia?

Io esalto il mio Dio e celebro il re del cielo *

ed esulto per la sua grandezza.

Tutti ne parlino *

e diano lode a lui in Gerusalemme.

2 ant.

Benedite il Signore,

camminate nella giustizia davanti a lui.

Nel Tempo di Pasqua

Ora è tempo di festa:

date lode al Signore, alleluia.

3 ant.

Esultate, giusti, nel Signore,

ai retti si addice la lode.

Nel Tempo di Pasqua

L’amore di Dio riempie la terra, alleluia.

Salmo 32   Inno alla provvidenza di Dio

Tutto è stato fatto per mezzo di lui (Gv 1, 3).

Esultate, giusti, nel Signore: *

ai retti si addice la lode.

 Lodate il Signore con la cetra, *

con l’arpa a dieci corde a lui cantate.

Cantate al Signore un canto nuovo, *

suonate la cetra con arte e acclamate.

Poiché retta è la parola del Signore *

e fedele ogni sua opera.

Egli ama il diritto e la giustizia, *

della sua grazia è piena la terra.

Dalla parola del Signore furono fatti i cieli, *

dal soffio della sua bocca ogni loro schiera.

Come in un otre raccoglie le acque del mare, *

chiude in riserve gli abissi.

Tema il Signore tutta la terra, *

tremino davanti a lui gli abitanti del mondo,

perché egli parla e tutto è fatto, *

comanda e tutto esiste.

Il Signore annulla i disegni delle nazioni, *

rende vani i progetti dei popoli.

Ma il piano del Signore sussiste per sempre, *

i pensieri del suo cuore per tutte le generazioni.

Beata la nazione il cui Dio è il Signore, *

il popolo che si è scelto come erede.

Il Signore guarda dal cielo, *

egli vede tutti gli uomini.

Dal luogo della sua dimora *

scruta tutti gli abitanti della terra,

lui che, solo, ha plasmato il loro cuore *

e comprende tutte le loro opere.

Il re non si salva per un forte esercito *

né il prode per il suo grande vigore.

Il cavallo non giova per la vittoria, *

con tutta la sua forza non potrà salvare.

Ecco, l’occhio del Signore veglia su chi lo teme, *

su chi spera nella sua grazia,

per liberarlo dalla morte *

e nutrirlo in tempo di fame.

L’anima nostra attende il Signore, *

egli è nostro aiuto e nostro scudo.

In lui gioisce il nostro cuore *

e confidiamo nel suo santo nome.

Signore, sia su di noi la tua grazia, *

perché in te speriamo.

3 ant.

Esultate, giusti, nel Signore,

ai retti si addice la lode.

Nel Tempo di Pasqua

L’amore di Dio riempie la terra, alleluia.

Lettura breve, responsorio, antifona al Benedictus, invocazioni e orazione rispondenti all’Ufficio che si celebra.

Conclusione dell’Ora come nell’Ordinario.

Utilizza questo pulsante per tornare alla pagina precedente