Settimana del salterio

domenica
14 Agosto, 2022

SECONDA SETTIMANA

LUNEDÌ DELLA SECONDA SETTIMANA

Vespri

O Dio, vieni a salvarmi. Gloria al Padre. Come era

nel principio. Alleluia.

Inno rispondente all’Ufficio.

1 ant.

Tu sei il più bello tra i figli dell’uomo,

sulle tue labbra è diffusa la grazia.

Nel Tempo di Pasqua

Benedetto colui che viene

nel nome del Signore, alleluia.

Salmo 44, 210 (I)   Le nozze del Re

A mezzanotte si levò un grido: Ecco lo Sposo: andategli incontro (Mt 25, 6).

Effonde il mio cuore liete parole,

io canto al re il mio poema. *

La mia lingua è stilo di scriba veloce.

Tu sei il più bello tra i figli dell’uomo,

sulle tue labbra è diffusa la grazia, *

ti ha benedetto Dio per sempre.

Cingi, prode, la spada al tuo fianco,

nello splendore della tua maestà ti arrida la sorte, *

avanza per la verità, la mitezza e la giustizia.

La tua destra ti mostri prodigi:

le tue frecce acute

colpiscono al cuore i tuoi nemici; *

sotto di te cadono i popoli.

Il tuo trono, Dio, dura per sempre; *

è scettro giusto lo scettro del tuo regno.

Ami la giustizia e l’empietà detesti:

Dio, il tuo Dio ti ha consacrato *

con olio di letizia, a preferenza dei tuoi eguali.

Le tue vesti son tutte mirra, aloè e cassia, *

dai palazzi d’avorio ti allietano le cetre.

Figlie di re stanno tra le tue predilette; *

alla tua destra la regina in ori di Ofir.

1 ant.

Tu sei il più bello tra i figli dell’uomo,

sulle tue labbra è diffusa la grazia.

Nel Tempo di Pasqua

Benedetto colui che viene

Nel nome del Signore, alleluia.

2 ant.

Ecco lo sposo che viene:

andiamo incontro a Cristo Signore.

Nel Tempo di Pasqua

Beati gli invitati

al banchetto delle nozze dell’Agnello, alleluia.

Salmo 44, 1118 (II)   La Regina e la Sposa

Vidi la nuova Gerusalemme... pronta come una sposa ador­na per il suo sposo (Ap 21, 2).

Ascolta, figlia, guarda, porgi l’orecchio, *

dimentica il tuo popolo e la casa di tuo padre;

al re piacerà la tua bellezza. *

Egli è il tuo Signore: prostrati a lui.

Da Tiro vengono portando doni, *

i più ricchi del popolo cercano il tuo volto.

La figlia del re è tutta splendore, *

gemme e tessuto d’oro è il suo vestito.

È presentata al re in preziosi ricami; *

con lei le vergini compagne a te sono condotte;

guidate in gioia ed esultanza, *

entrano insieme nel palazzo regale.

Ai tuoi padri succederanno i tuoi figli; *

li farai capi di tutta la terra.

Farò ricordare il tuo nome *

per tutte le generazioni,

e i popoli ti loderanno *

in eterno, per sempre.

2 ant.

Ecco lo sposo che viene:

andiamo incontro a Cristo Signore.

Nel Tempo di Pasqua

Beati gli invitati

al banchetto delle nozze dell’Agnello, alleluia.

3 ant.

Ora si compie il disegno del Padre:

fare di Cristo il cuore del mondo.

Nel Tempo di Pasqua

Dalla ricchezza di Cristo

tutti abbiamo ricevuto,

grazia su grazia, alleluia.

Cantico        Cfr. Ef 1, 310  

Dio salvatore

Benedetto sia Dio,

Padre del Signore nostro Gesù Cristo, *

che ci ha benedetti

con ogni benedizione spirituale nei cieli, in Cristo.

In lui ci ha scelti *

prima della creazione del mondo,

per trovarci, al suo cospetto, *

santi e immacolati nell’amore.

Ci ha predestinati *

a essere suoi figli adottivi

per opera di Gesù Cristo, *

secondo il beneplacito del suo volere,

a lode e gloria

della sua grazia, *

che ci ha dato

nel suo Figlio diletto.

In lui abbiamo la redenzione

mediante il suo sangue, *

la remissione dei peccati

secondo la ricchezza della sua grazia.

Dio l’ha abbondantemente riversata su di noi

con ogni sapienza e intelligenza, *

poiché egli ci ha fatto conoscere

il mistero del suo volere,

il disegno di ricapitolare in Cristo

tutte le cose, *

quelle del cielo

come quelle della terra.

Nella sua benevolenza

lo aveva in lui prestabilito *

per realizzarlo

nella pienezza dei tempi.

3 ant.

Ora si compie il disegno del Padre:

fare di Cristo il cuore del mondo.

Nel Tempo di Pasqua

Dalla ricchezza di Cristo

tutti abbiamo ricevuto,

grazia su grazia, alleluia.

Lettura breve, responsorio, antifona al Magnificat, intercessioni e orazione rispondenti all’Ufficio che si celebra.

Conclusione dell’Ora come nell’Ordinario.

Utilizza questo pulsante per tornare alla pagina precedente